• ◊ ERACE LESTIS
  • ♦ Reviews & Comments
  • Meteorite cade in Russia: 1200 feriti

    “Una meteora cadrà sulla terra e tutto sussulterà… E questo sarà uno dei segni…” Dai messaggi profetici di Padre Pio (11°)

    Vedi articolo “Il Mito della Fine dei Tempi… Solo un mito?”

    meteorite cade in russia

    Russia, l’esplosione del meteorite
    come 30 bombe atomiche di Hiroshima

    Estratto da Repubblica.it 16.02.2013

    Il dato è stato reso noto dalla Nasa. L’onda d’urto provocata dalla deflagrazione a 20 chilometri d’altezza ha prodotto oltre 1200 feriti (tra cui 200 bambini), la maggior parte per le schegge di vetro delle finestre letteralmente disintegratesi. Danni per oltre 22 milioni di euro. E già si pensa al 2029, quando passerà un altro asteroide in prossimità della Terra, simile a quello che ieri ha sfiorato il nostro pianeta, ma senza danni

    L’energia rilasciata dal meteorite caduto sugli Urali è stata di 500 chilotoni, una potenza di 30 volte superiore a quella della bomba esplosa a Hiroshima nel 1945. Lo hanno affermato scienziati della Nasa in un comunicato sul sito. “Un evento di questa grandezza può succedere una volta ogni 100 anni di media” ha detto Paul Chodasdel Near-Earth Object Programe Office della Nasa. “Quando si vede palla di fuoco di questo tipo ci si aspetta che un grande numero di meteoriti raggiunga la superficie terrestre, anche di dimensioni piuttosto grandi”. Un evento che, secondo gli scienziati dell’Ente spaziale americano, si verifica una volta ogni 100 anni. Ieri, poco dopo la caduta del meteorite, un altro asteroide ha sfiorato il pianeta, a circa 27 mila chilometri, senza però provocare danni.

    Intanto le autorità della regione russa di Cheliabinsk, negli Urali, hanno stimato in più di 22 milioni di euro i danni causati dalla caduta del meteorite, che ha fatto oltre 1200 feriti.

    I DANNI CAUSATI DAL METEORITE

    “Circa 100.000 case hanno subito danni e stimiamo danni per più di un miliardo di rubli”, pari a 22 milioni di euro, ha spiegato in una conferenza stampa il governatore della regione, Mikhail Yurevich. Il governatore ha riferito che il 30% dei vetri delle finestre mandati in frantumi in sei città dall’ondata di esplosioni sono già stati riparati nella regione, dove le temperature raggiungono i 20 gradi sotto zero. Il resto dovrebbe essere riparato entro la fine della prossima settimana, ad eccezione delle grandi vetrate di epoca sovietica che richiederanno tempi più lunghi.
    Il ministro per le Emergenze, Vladimir Puchkov, ha reso noto che le squadre dei suoi tecnici sono al lavoro per verificare la stabilità degli edifici più colpiti.

    I sommozzatori russi stanno esplorando i fondali del lago di Chebarkul, a 60 chilometri dalla città di Cheliabinsk, dove un frammento del meteorite potrebbe essere la causa di un foro di otto metri di diametro che si è prodotto sulla superficie ghiacciata.

    E ora si prospetta la richiesta di istituire un sistema comune di difesa per contrastare le minacce spaziali. La proposta è stata lanciata dal vice premier, con delega alla difesa, della Russia Dmitry Rogozin, all’indomani della pioggia di meteoriti che ha colpito la regione Chelyabinsk.
    “L’umanità deve creare un sistema per identificare e neutralizzare gli oggetti che costituiscono un pericolo per la terra”, ha scritto Rogozin su Twitter.

    Il vice premier ha affermato che lunedì presenterà al premier Dmitry Medvedev delle proposte su come affrontare incidenti simili in futuro. Gli esperti locali promuovono anche la creazione di un sistema comune che monitori e segnali le minacce che provengono dallo spazio.

    La difesa strategica planetaria, ha detto ai media locali Vitaly Davydov, vice capo dell’agenzia spaziale federale russa Roscosmos, deve essere una “priorità” per il Paese. Davydov ha anche richiesto un programma speciale federale per la neutralizzazione delle minacce spaziali.

    E ieri decine di persone hanno segnalato una palla di fuoco che la notte scorsa avrebbe attraversato il cielo sopra la baia di San Francisco, in California. Lo fa sapere il Chabot Space and Science Center di Oakland, che ha ricevuto le segnalazioni. Non è però chiaro cosa le persone abbiano visto e l’astronomo Gerald McKeegan ha dichiarato all’emittente KGO-TV che il telescopio principale del Centro non ha segnalato nulla, nonostante stesse perlustrando il cielo. L’avvistamento arriva poche ore dopo che un meteorite è esploso sulla Russia, causando il ferimento di 1.200 persone, e che un asteroide è passato vicino alla Terra.

    Estratto da Repubblica.it 15.02.2013

    Russia, meteoriti in pieno giorno.
    Oltre 1000 feriti, 200 sono bambini

    Spettacolare sciame dallo spazio. Un grande oggetto celeste è esploso nell’atmosfera seminando frammenti su una grossa area del Paese. Molti colpiti da schegge di vetro per l’esplosione di finestre. Tremila gli edifici danneggiati. Segnalata esplosione in cielo anche a Cuba

    MOSCA - La caduta di un grosso meteorite, che si è disintegrato negli strati bassi dell’atmosfera, ha provocato una spettacolare pioggia di detriti, con esplosioni e scie infuocate in cielo sugli Urali e le regioni centrali della Russia. Circa 1.200 persone sono rimaste ferite nella regione di Chelyabinsk, 1.500 chilometri a est di Mosca. Almeno 200 sono bambini. Tremila gli edifici danneggiati.

    I frammenti, spiega il ministero delle Emergenze russo, sono caduti in un’area poco popolata e decine di persone hanno telefonato per chiedere assistenza medica. Principalmente si è trattato di ferite dovute ai vetri rotti dalle esplosioni causate dalla pioggia di meteoriti. Alcune persone sono in gravi condizioni. In particolare, due bimbi sono in terapia intensiva. Tra gli edifici danneggiati c’è una fabbrica di circa 6.000 metri quadrati in cui è crollato il tetto. Ma anche centinaia di case, sei ospedali e 12 scuole. Le esplosioni hanno mandato nel panico gli animali nello zoo di Chelyabinsk, in particolare i lupi e gli orsi.

    Un video amatoriale mandato in onda dalla televisione russa mostra un oggetto cadere nel cielo attorno alle 9.20 ora locale, le 4.20 in Italia, lasciando una coda bianca e un intenso lampo. Secondo quanto riportato da Russia Today, il meteorite è esploso nove volte, la prima a una distanza di 55 chilometri dalla Terra.

    Le autorità hanno invitato a non toccare i frammenti e a “non avvicinarsi ad oggetti non identificati”. Nella zona dell’impatto sono già stati recuperati diverse pietre nere e dure, simili a roccia, che potrebbero essere detriti del meteorite. E su alcuni siti russi di annunci sono già comparse le prime offerte di “souvenir”, a “prezzi da concordare”.

    Per l’astrofisica Margherita Hack, “è rarissimo che frammenti di meteorite cadano sulla Terra provocando feriti. Quello che è successo in Russia è un fenomeno davvero molto strano. In genere i meteoriti sono attratti dalla forza di gravità della Terra ma raramente riescono a superare indenni il contatto con l’atmosfera”, ha spiegato l’astrofisica toscana. “Per non bruciare significa che i frammenti erano molto grossi; in caso contrario avremmo visto soltanto una scia luminosa, quella che tutti chiamano stella cadente”, ha aggiunto.

    Il meteorite russo, spiega inoltre Giovanni Bignami, presidente dell’Istituto nazionale di astrofisica, non ha nulla a che fare con l’asteroide 2012 DA14 che proprio oggi ha sfiorato la Terra.

    Esplosione in cielo a Cuba. Anche da Cuba è stata segnalata un’esplosione in cielo. Nella regione centrale dell’isola è stato visto un oggetto che cadeva dal cielo e che è esploso con un grande fragore, facendo tremare le case della zona, riferisce la televisione locale. In un servizio diffuso questa mattina da Rodas, comune della provincia di Cienfuegos, i testimoni hanno descritto una luce molto intensa che è arrivata ad avere dimensioni rilevanti, paragonabili a quelle di un autobus, prima di esplodere in cielo.

    Marcos Rodriguez, un abitante nella regione definito dall’emittente un esperto in materia, ha riferito che “tutto sembra indicare che si è trattato di un bolide, cioè un frammento di pietra e metalli che entra a gran velocità nell’atmosfera terrestre”. Specialisti stanno ora esaminando la zona di Rodas alla ricerca di possibili resti minerali caduti dal cielo, ha aggiunto l’emittente tv.

    (15 febbraio 2013) © Riproduzione riservata  LaRupubblica.it

     

    15 febbraio 2013 Estratto da IL SOLE 24ORE

    A CUBA “ESPLOSIONE NEL CIELO”. Paura ma niente danni nel centro dell’isola

    Mentre si delineano meglio i contorni della  pioggia di meteoriti in Russia giunge una notizia che getta altra benzina sul fuoco del timore collettivo del “castigo dal cielo” (ma c’è chi parla anche di ipotetici esperimenti in vista di supposte guerre stellari). A Cuba, in realtà, mercoledì scorso ci sarebbe stato un aperitivo del fenomeno che ha causato oggi quasi 1000 feriti nella regione degli Urali, vicino alla città di Yekaterinenburg, un notevole scoppio con bagliore in cielo e conseguente tremolio di case e vetri.

    Cosa sia stato non è dato sapere, poteva anche essere un pezzo di satellite o razzo tornato a Terra dalla sua orbita. Sono infatti migliaia i “rimasugli” che formano la cosiddetta spazzatura spaziale, grandi da pochi centimetri, un bullone per dire, a un intero satellite di qualche metro cubo.

    Residenti di una località nella regione centrale di Cuba hanno raccontato di aver visto un oggetto che cadeva dal cielo e che è esploso con un grande fragore, che ha fatto tremare le case del posto: così le testimonianze raccolte dalla televisione locale. In un servizio diffuso questa mattina da Rodas, comune della provincia di Cienfuegos, gli intervistati hanno descritto una luce molto intensa che è arrivata ad avere dimensioni importanti, prima di esplodere in cielo.

    «Intorno alle otto di sera di mercoledì (le 2 del mattino di ieri in Italia, ndr) ho visto una luce che si muoveva nel cielo fino a trasformarsi in una fiamma molto grande, più grande del sole, e tre o quattro minuti dopo abbiamo sentito un’esplosione», ha detto uno dei testimoni.

    Marcos Rodriguez, un residente nella regione presentato come un esperto, ha sostenuto da parte sua che «tutto sembra indicare che si è trattato di un bolide, cioè un frammento di pietra e metalli che entra a gran velocità nell’atmosfera terrestre».

    Specialisti cubani stanno esaminando la zona di Rodas alla ricerca di possibili resti minerali caduti dal cielo, ha aggiunto l’emittente tv.

    palla di fuoco su San Francisco Ottobre 2012

    La palla di fuoco apparsa nei cieli di San Francisco nell’Ottobre 2012, fenomeni simili registrati anche in Svezia e Giappone

    Estratto da terrarealtime.fr

    sabato 16 febbraio 2013

    Un bolide di fuoco avvistato anche nei cieli della California

    Nella giornata di ieri 15 febbraio la Terra e’ stata investita da una vera e propria pioggia cosmica,i cieli della Russia,di Cuba ed anche della California sono stati squarciati da bolidi di fuoco incandescenti e fragorosi.

    San Francisco 16 feb 2013 - Ci sarebbe una meteora all’origine del forte bagliore avvistato nei cieli alle 19.45 di ieri 15 Febbraio 2013 in California secondo quanto hanno affermato i giornalisti del network televisivo NBC.Alcune persone hanno raccontato di aver visto un palla di fuoco attraversare il cielo. La meteora è stata avvistata nelle città di Sacramento, Newark, Walnut Creek, e Sant’Elena.La rete televisiva NBC ha trasmesso il filmato di un videoamatore che e’ riuscito a registrare l’evento.